Il chorizo, il salume più tradizionalechorizo

Ti presentiamo le informazioni sul chorizo raccolte nel corso del tempo e di una ricerca esaustiva.

 

chorizo español informacion

Il chorizo spagnolo è un prodotto tradizionale che è presente nel nostro cibo da tempi immemorabile.


Se avete ulteriori domande a contattarci all'indirizzo info@jamonarium.com e cercheremo di risolvere al più presto.

 

 

Consigliamo:

Chorizo da León

Chorizo iberico Bellota

Chorizo iberico vela


Più Informazioni:

Info Prosciutto

Come acquistare

Trasporto, spedizione e garanzia 

Manipolazione e presentazione

Cosa è il chorizo?

Di cosa è fatto chorizo?

Chorizo tradicional español. Embutido

Il chorizo è fatto con carne macinata e grasso di maiale, conditi con paprika e aglio, e insaccato in budello naturale.

Il colore rosso così caratteristico del chorizo è grazie al peperoncino.

Questa caratteristica è ciò che differenzia il chorizo spagnolo di altri. 

Il chorizo è confezionato in budello di maiale, oggi sono anche utilizzati pelle commestibili di origine non animale.

Qualità del chorizo

La perfetta combinazione di carne magra di maiale con una quota adeguata di grasso e di guarigione tradizionali, fanno un prodotto naturale e di qualità, con alto potere calorifico e proteine di alto valore biologico e le caratteristiche organolettiche particolari.

 

La storia del chorizo

 

Il chorizo ha un origine acestrale, strettamente legato alla "macellazione del maiale", una delle tradizione della gastronomia con la quale le famiglie si rifornivano di una riserva di carne per tutto l'anno.

Metodi di conservazione

chorizo herradura

Il sale: Fino a quando il sale non appare e si comincia a utilizzare non si può parlare di salumi. Il sale appare nel 3000 a. aC, durante il regno di Simer, dove il cibo condito (carne e pesce) e gli alimenti sono stati utilizzati nel commercio.

Nella preistoria, l'uomo, tagliava la carne in strisce sottili e si lasciava asciugare al sole.  

Il fuoco: Più tardi, con la scoperta del fuoco, le possibilità aumentavano e potevano trarre vantaggio dall'uso del fuoco per fumare carne, e la cottura.


I primi riferimenti di salumi

Sembra che la storia comincia con 'la morcilla'. Nell'Odissea, il IX secolo. BC, Homer menziona l'intestino pieno di sangue e grasso che può essere arrostito nel fuoco. E 'il primo riferimento che abbiamo di salumi.

In Grecia e Roma, c'erano salume, questo può essere visto in opere letterarie in cui il nome è scritto.

Alcune opere letterarie della Grecia classica fanno riferimento al prosciutto, pancetta e salume. Ad esempio, in una commedia di Aristofane, in cui il personaggio principale è apparso con un vaso pieno di chorizos.

In Calendario Romanico di San Isidoro (XII secolo), appare riflesso nel mese di novembre (mese di macellazione o Sammartino), la figura dipinta di un uomo in possesso di un maiale che sarebbe sacrificato.

I romani e il salumi

In epoca romana i salumi erano chiamati "botulus" o "Botellos", che oggi sono fatte in Galizia, Asturie e León: 'botillos'. Sappiamo che avevano molte varianti di salumi e "botulus", una sorta di salumi che è stato venduto per le strade. Ai romani piaceva molto i salumi.

Evoluzione del salume

Nel XV secolo i bovini vengono allevati fuori città, gli animali sono stati macellati in luoghi di sezionamento, ed i pezzi sono stati venduti alle macellerie. Ma con i maiali era diverso, il maiale cresceva nei quartieri poveri, sono stati macellati per le strade e il salumi è stato preparato dalla famiglia. Questa abitudine è qualcosa che esiste ancora in alcuni villaggi, "La macellazione del maiale".

Fino alla metà del XIX secolo, non è stato sviluppato i lavori in rapporto alla carne, che è strettamente legata al progresso dell'industrializzazione. C'era una maggiore libertà di commercio e la circolazione delle merci.

Al tempo delle grandi scoperte, sorgono i condimenti (molto utilizzati nella realizzazione di salumi).

Probabilmente sia il chorizo il primo dei salume spagnoli per la sua antichità ed estensione, che ha attirato l'attenzione della Reale Accademia di Lingua e definito nel Dizionario delle Autorità di 1726 come "piccolo pezzo di intestino, pieno di carne, carne di maiale normale, tritata e condita". In quel tempo il peperoncino o paprika non era ancora specie comune.

Apparizione del chorizo

chorizo rustico español

Il chorizo spagnolo è rosso grazie al peperoncino rosso. Questo ingrediente non ha raggiunto la Spagna fino al XVI secolo, perché è venuto dall'America. Prima della scoperta, in Europa il salume era biancastro, o nero se portava sangue.

Ci sono ricette del secolo XVI per fare salumi, in un manuale di donne.

Il peperoncino è venuto dall'America, in un primo momento è stato fatto a mano e poi è diventato il genere venduti in tutti i mercati.

Una storia di re Carlo IV: Il re stava cacciando e a trovato il 'choricero'. Il 'choricero' a offerto un chorizo, e il chorizo è piaciuto molto al re. Per questo, il ‘choricero’ è stato nominato fornitore della casa reale. Questo fatto è stato ritratto in un arazzo chiamato “El choricero José Rico, de Candelario” di Bayeu, cognato di Goya.

 

La produzione tradizionale di chorizo

 

Gli ingredienti principali di chorizo sono la carne e grasso di maiale, peperoncino, aglio e sale.

chorizo de león con vino tinto

Ma ci sono tante ricette come chorizos. Le specie che si possono trovare in chorizos possono essere diversi.

In realtà il aroma del chorizo non è soltanto una specie, ma piuttosto è la somma di ciascuno degli odori che danno "un odore unico", è la somma di aglio, pepe, cumino, alloro, timo, cipolla, peperoncino, origano ...

Alcuni hanno un po' più di questo o un po' meno di quello, anche se in realtà si tratta di creare equilibrio ed armonia nel gusto e l'odore di chorizo.


Le ricette che possiamo trovare sono anche varie. La preparazione di chorizo, è sempre stato molto artigianale, e ogni casa ha la sua ricetta.

Come la ricetta della nonna passata di generazione in generazione, non c’è una che sia la migliore.

Spieghiamo le passi di elaborazione. Il processo di fabbricazione tradizionale è molto semplice e consiste di diverse fasi:

- Tritare: Carni macinate e grasso.

- Miscelazione e impastatura di specie e carne.

- Riposo e macerazione per 24 ore.

- Introduzione di carne nell'intestino.

- Guagione: legata ed esposta all'aria in ambiente naturale, scegliendo luoghi adatti basato su sue caratteristiche di temperatura e umidità. Il modo tradizionale è sempre stato in camere con il fuoco per proteggere le "asciugatura" di insetti, poiché questo fumo nella stanza impedisce che gli insetti di entrare.

Durante il tempo di maturazione sono processi di essiccazione e acquisto di fermezza, allo stesso tempo che si sviluppa il suo aroma.

Il chorizo è pronto dopo 50 giorni di guarigione in un luogo fresco e asciutto.

A volte i chorizos sono di solito affumicati con legno di quercia o di rovere.

 

I tipi di chorizo in Spagna


Ci sono molti tipi di chorizo, a seconda della carne utilizzata nella sua preparazione, spezie utilizzati, l'area di guarigione, il modo di legare, la misura o il peso, ecc. 


Tipi di chorizo a seconda la carne di maiale 

chorizo iberico bellota

Chorizo Ibérico de Bellota: elaborato con carne di maiale iberico de Bellota (ghianda).

 

Chorizo Ibérico: elaborato con carne di maiale iberico. Ci sono diversi tipi come il chorizo vela.

 

- Chorizo fatto a casa tradizionale: elaborato con carne di maiale bianco e normalmente con la forma de ferro di cavallo o legati.

.

Tipi di chorizo a seconda la carne utilizzata

Chorizo di cinghiale: odore caratteristico e rossastro scuro. Si tratta di un prodotto di alta qualità, a base di carne selezionata di cinghiale, carne magra di maiale, pancetta iberica, sale, aglio, prezzemolo e spezie.

Chorizo di cavallo: La carne di cavallo ha un alto valore nutritivo e basso contenuto di grassi. Con alto contenuto di ferro e più dolce. Efficace per combattere l'anemia da carenza di ferro.

Chorizo di mucca: Elaborato con carne di mucca, di solito mescolato con carne e / o panceta di maiale.

Chorizo di cervo:l chorizo fatto di carne di cervo, con un sapore speciale. La carne di cervo è tenera, con sapore naturale, pulita, liscia e distintiva. Basso contenuto calorico, basso contenuto di colesterolo, ha il vantaggio di essere estremamente sana senza ridurre il suo sapore. Con una buona dose di ferro e di proteine, è stato descritto come carni rosse del nuovo millennio.

Tipi di chorizo a seconda le aree di elaborazione in Spagna

Chorizo di León:chorizo de leon

Salume fattoa con carne di maiale, affumicato e stagionato a temperatura bassa, colore rosso-scuro, di solito un sapore piccante e aroma peculiare per il sistema di guarigione. La forma di presentazione caratteristica è ferro di cavallo con le estremità legate da un filo in modo da poter appendere il chorizo  per cominciare il processo di affumicatura.

È uno dei salumi più tradizionale della cucina di Leon e, allo stesso tempo, il più conosciuto e richiesto dalle persone che visitano la provincia.

Chorizo gallego:

Il chorizo gallego è fatto da carne magra di maiale, il grasso, paprica dolce e piccante, l'aglio e il sale. Il processo di guarigione comporta un affumicati ed essiccamento,  per poi conservarlo in grasso o olio. Può essere consumato crudo, bollito, fritto e alla griglia. È accompagnamento essenziale in molteplici piatti. Ci sono diverse varietà come "ceboleiro", a cui si aggiunge cipolle e altri condimenti.

Nella regione di Celanova (Ourense) sono fatte chorizo di zucca, come sostituzione della cipolla. Sono eccellenti per stufatti, essendo più facile da digerire

Chorizo Extremeño:chorizo extremadura cular

In Estremadura, ci sono molti chorizo ibérico cular, grazie ai maiale iberici da 'la Dehesa Extremeña', ma ci sono anche chorizo fatto in casa, e qualche salume tipico di Estremadura simile al chorizo, come la Patatera estremeña. La patatera è un prodotto tipico del nord di Estremadura, in particolare 'una morcilla' (sanguinaccio), -anche se il suo aspetto e sapore ricorda un chorizo- presentata con la forma di ferro di cavallo. Come ingredienti principali, la patata cotta (50%), magro (10%) e grasso (40%) di maiale iberico. Il colore rossastro è dovuto ai peperoncini La Vera aggiunti e può essere dolce o piccante. Quando è fresco si può consumare spalmata sul pane.

Chorizo de Navarra:

Forse il chorizo di Pamplona è stato il primo prodotto a base di carne industrializzato, dato che la prima industria della carne spagnola era Navarra.

Il suo aspetto è di ‘vela’, insaccato in budello grasso, con un diametro di circa 4 cm e un colore, al taglio, tra rosso e arancione, a causa dei peperoncini, è condito con sale, peperoncino e aglio.

Si compone di carne di maiale, carne bovina e grasso. Consumato crudo. È cremoso e morbido ma con intenso gusto e senza acidità.

Sicuramente il chorizo più conosciuto di Navarra è il Pamplonica, autentico chorizo di Pamplona. È fatto con carni selezionate che forniscono nitidezza al taglio. Una maturazione lenta in essiccazione naturale da il suo aroma e sapore.

Chorizo di La Rioja:

Il Chorizo Riojano, in forma di ferro di cavallo con diametro di 30-40 mm, è uno degli alimenti più tipici della Rioja, terra di grande tradizione nella produzione dei salumi. Questo prodotto è di gran consistenza compatta, presenta un aroma equilibrato e intenso, domina il peperoncino e note di aglio, una consistenza piacevole per il palato; e un sapore intenso, persistente e talvolta piccante. Il chorizo Riojano ora ha una Indicazione Geografica Protetta.

Chorizo di Salamanca:

Il chorizo cular ibérico de bellota è tipico di Castilla y León, in particolare nella provincia di Salamanca, zona riconosciuta per la elaborazione di ‘chacina’, conosciuta in tutto il mondo.

chorizo iberico

Chorizo di Segovia:

A Segovia, il chorizo più conosciuto è il chorizo di Cantimpalos. Prodotto guarito, fatto da carni fresche di maiale, con sale e peperoncino come principale ingredienti, e anche aglio e origano, con un processo di asciugato-maturazione.

Chorizo di Cantabria:

A Cantabria, uno dei chorizos più conosciuto è Potes. Gli ingredienti utilizzati sono la carne magra di maiale, pancetta, sale, pepe, paprika, aglio, origano e timo. Dobbiamo sottolineare nel processo di elaborazione una cura in ambiente naturale e affumicatura con legno di quercia per 25 giorni. Si presenta in una forma a ferro di cavallo, legato con una corda. Il consumo può essere crudo, fritto o bollito.

Chorizo di Canarias:

Il chorizo e morcilla (sanguinaccio) sono i più popolari salumi in Canarie. Tra i più conosciuti sono il chorizo de Teror, il chorizo palemro e il chorizo de Chacón.

Il chorizo de Teror è caratterizzato da una morbida pasta spalmabile. Anche se il più famoso chorizo Teror è rosso (per il peperoncino), c'è anche il chorizo de Teror bianco (senza peperoncino).

 

Tipi di chorizos a seconda la figura e forma di legare

-Chorizo de ferro di cavallo (sarta):chorizo de leon picante

Chorizo con dimensioni compresi tra 34-40 mm, in un unico pezzo, e legato con una corda alle estremità, in modo che possa appendere, dando forma di ferro di cavallo.

 

 

 

Legati (ristra):Chorizos atados de leon, en ristra

Chorizo con dimensione compresa tra 36-50 mm, che è vincolato o pinzato e forma una catena costituita di diversi pezzi di chorizo.

 

 

 

Chorizo Vela:chorizo iberico vela

Il chorizo a una forma diritta ma più stretta (30-40 mm) e 40 cm di lunghezza. Si dice che il suo nome è per la sua forma lunga, che assomiglia a quella di una candela (vela).

 

 

 

Chorizo Cular:chorizo iberico bellota cular

Chorizo in budelli di suini la cui dimensione è maggiore di 38 mm, di forma cilindrica irregolare, determinato dalla morfologia del budello (naturale). Varietà di chorizo iberico fatto exclusivamente con prosciutto di maiale iberico.

 

Tipi di chorizo secondo il metodo di guarigione e maturazione

Affumicato: Chorizo nel suo processo di guarigione, passato attraverso il processo di affumicato con legno di quercia o di rovere, e poi con l’aria e il freddo per la guarigione. 

Tipi di chorizo secondo le specie aggiunte

- Chorizos dolci: Il peperoncino che viene aggiunto è dolce.

Chorizo piccante: È aggiunto il peperoncino piccante.

 

Varietà di chorizo in Europa e in America Latina

In Europa, a parte della Spagna e Portogallo, ci sono alcuni luoghi dove vengono anche fatti chorizos, soprattutto l'Ungheria fa una varietà di salumi a base di peperoncino e in Germania, dove hanno la Paprikawurst "salsiccia con peperoncino".

gastromonia mundo chorizo

Chorizo Ungherese. Chorizo Gyula.

Il chorizo di Gyula ha il nome della città. È un chorizo più o meno piccante, fatto con carne di maiale e di mucca e grasso. Questa miscela viene introdotta nel budello (piccolo intestino del maiale, pulito) e si inizia il processo di affumicatura.

Le origini di questo prodotto data del XIX secolo. Il chorizo di Gyula (Gyulai kolbasz) rimane popolare a questo giorno, questo è dovuto in gran parte al suo sapore delicato negli aromi di pepe rosso in Ungheria, pepe, aglio e cumino.

Chorizo tedesco

Il chorizo tedesco è una esatta combinazione di manzo, maiale, pancetta e spezie, insaccato in budello naturale, per ottenere tradizionale prodotto tedesco di ottimo sapore.

Gli ingredienti della salsiccia tedesca sono:

Manzo, carne di maiale, pancetta, sale, spezie: paprika, aglio, pepe nero.

chorizos argentinos, parrilleros, choripan

L'America Latina ha i suoi chorizos, discendenti di chorizo spagnolo. Anche se qui non c'è l'usanza europea di regolamentare tutto, ogni paese è riuscito a dare un tocco distintivo il suoi chorizos, con marinate speciali e, soprattutto, più simile ai chorizos di origine germanico, perché non sono essiccati o affumicati a tutti casi.

Nel nord, Messico ha una grande tradizione choricera, e molti dei suoi preparativi, in particolare tortillas,  includono chorizo Toluqueño, da Toluca, paradiso di salumi messicani. Nel gergo popolare, la parola chorizo è intercambiabile con ‘longaniza’, anche se quest'ultimo si riferisce a un tipo di salumi leggermente più lungo.

Arepas colombiane spesso cono accompagnate con chorizos, soprattutto in Antioquia, e nei dipartimenti di Cundinamarca, Tolima, Boyaca, Caldas e Santander, ma, come ‘longaniza’.

In Venezuela è fatto un chorizo affumicato che è principalmente utilizzato per condire gli stufati e zuppe. C'è anche la variabile morbida.

Cileni, come messicani, hanno anche il suo chorizo e longaniza. Il Perù ha una varietà locale piuttosto arancia, conosciuta come "Huacho salsiccia", molto gustosa e mangiata fritta e con pane sbriciolato.

Ma, senza dubbio, le più famose chorizos di questa parte del mondo sono i "chorizos parrilleros", specialità sudamericana.

Buenos Aires - Plaza de Mayo - Puesto de choripanes

Il chorizo alla griglia diArgentina, Uruguay e Paraguay, è l'origine del chorizo alla griglia.

Assomigliano agli iberici, ma non sempre sono curati o affumicati. Anche sono conosciuti come 'chorizos criollos' e, anche se discendono dal chorizo spagnolo, sono stati influenzati dalla forte immigrazione tedesca in Argentina, soprattutto dopo la prima guerra mondiale, in coincidenza con la nascita di "choripan".

Choripán: Si compone di un chorizo alla griglia tra due pezzi di pane. È generalmente preparato in pane francese creolo alla griglia. È il piatto tradizionale durante le partite di calcio e barbecue di famiglia.

 


Se si parla di un chorizo creolo puro di maiale, parliamo di un salumi in cui c’è una parte di panceta di maiale tritata, più quattro parti di carne pura di maiale tritata,
Si se habla de un chorizo criollo de puro cerdo, hablamos de un embutido en el que participa una parte de tocino de cerdo trozado a cuchillo por cuatro de carne pura de cerdo trituradas, condito e aromatizzato con pepe rosso, noce moscata, origano, aglio, semi di finocchio e vino. Così preparato, di solito è fatto in padella o alla griglia, ma si può anche mangiare  come salame.



Il Chorizo in cucina: Ricette

 

tapas de chorizo y oliva anchoas

Il chorizo è un prodotto importante nella cucina spagnola, sia in panini, in tapas, in stufati e zuppe, fritture, e innumerevoli altri piatti deliziosi.

 Il modo più classico e semplice è quello di mangiare il chorizo come tapas.

Alcune presentazioni in forma di tapas:

Tagliato a fette con un po 'di pane.

- Chorizo di Leon fritto con olio d'oliva.

- Spiedino di chorizo iberico bellota con una oliva ripiena e pane. 

- Dadi di chorizo rustico con stuzzicadenti.

 

 Qui vi presentiamo alcune delle ricette più tipiche con chorizo come ingrediente principale o per aromatizzare lo stufato: 

 Torna all'indice

Chorizos al sidro

Ingredientes: Chorizo, sidra, aceite

Ingredienti: Chorizo, sidro, olio

Preparazione: Tagliare il chorizo a fette (o no). Mettere in una casseruola con un po’ d’olio. Quando sia rosolato, aggiungere il sidro e lasciamo almeno dieci minuti.

Ceci pastorali e chorizo

Ingredienti: Ceci, pancetta curata, chorizo fatto in casa, osso di prosciutto, cipolla, aglio, alloro, pane, uova sode, olio d'oliva, aceto di vino, sale, pepe e paprika.

garbanzos con chorizo de leon

Preparazione: Cuocere i fagioli in acqua con aglio, alloro, osso di prosciutto e il sale.

Tritare la cipolla, panceta. Soffriggere l'aglio in una padella con un po 'di olio d'oliva.

 Togliere e reserva. Nello stesso olio, soffriggere la pancetta fino a doratura, aggiungere la cipolla e soffriggere. Aggiungere i ceci alla salsa con un po' di acqua di cottura.

Schiacciare l'aglio con sale e pepe. Diluire l'aceto e aggiungere i ceci. Quando i fagioli sono quasi pronti, aggiungere il chorizo tagliato a fette. Cuocere 5 minuti e servire condita con crostini e fette di uova sode.

Uova a la extremeña

Ingredienti: Uova, patate, prosciutto serrano, chorizo, pomodoro, cipolla, piselli, olio Extravergine di oliva, sale e pepe.

Preparazione: Lessare le patate, sbucciare e tagliare a dadi. Sbucciare e tagliare i pomodori a dadini. Tritare la cipolla e soffriggere. Aggiungere i pomodori a dadini e soffriggere fino a quando ci sia una salsa densa. Aggiugere le patate e mescolare. Aggiungere il chorizo a fette e il prosciutto a trucioli.

Sobbollire 10 minuti. Aggiungere sale e pepe. Mettere tutto in una teglia e rompere le uova sopra. Aggiugere i piselli e mettere in forno fino a quando le uova siano pronti.

Patate riojanas:

Ingredienti: Patate, cipolla, peperoni verdi, peperoni rossi arrostiti, salsiccia, peperoncino, paprika, foglie di alloro, olio Extravergine di oliva, acqua e sale.

Preparazione: Sbucciate e tritate le patate, tritare la cipolla e peperoni verdi, sbucciare e tagliare a listarelle il peperone arrosto e tagliare il chorizo a fette.

Mettete una casseruola di terracotta in fuoco con l'olio di oliva, soffriggere la cipolla, il pepe verde, il chorizo e alloro, aggiungere il peperoncino e coprire di acqua. Quando comincia l’ebollizione, aggiungere le patate, lasciare 15 minuti, e aggiungere i peperoni arrosto, e pronto.

Stufato di fagioli asturiano:

Ingredienti: fagioli, chorizo asturiano, sanguinacci (morcilla) asturiani, pancetta, zafferano e sale.

Fabada asturiana con chorizo

Preparazione: Lasciare i fagioli in acqua fredda durante la notte. Mettere a bagno in acqua mezzo calda, la pancetta e l’osso di prosciutto.

Aggiungere i fagioli in una pentola con acqua e coprire con l'acqua fino a un paio di dita su e scaldarlo a fuoco alto.

Quando comincia l’ebollizione, introdurre la pancetta, salsiccia, prosciutto ossa e chorizo. Rimuovere la schiuma Dopo 30 minuti di cottura a fuoco alto aggiungiamo lo zafferano diluito in un po 'di brodo caldo casseruola. Abbassare la temperatura di cottura e aggiungere il sale a piacere.

Lasciamo i fagioli cuocere lentamente a bassa temperatura per 2 ore mescolando di tanto in tanto con un cucchiaio di legno.

Durante queste due ore, aggiungere acqua fredda due volte per "spaventare" i fagioli (ferma il processo e aiuta cottura perfetta).

Aggiungere il sale, allontanare dal fuoco e lasciate riposare circa un'ora.

Rimuovere il chorizo, sanguinaccio, pancetta e l’osso del prosciutto. Preparare la carne, tagliare il salumi a fette.

Tagliare la panceta e utilizzare l’osso per la presentazione.

Patate strapazzate con chorizo e uova:

Ingredienti: Uova, patate, chorizo, olio Extravergine di oliva e sale.

Preparazione: Tagliare le patate a fette e friggere (morbidi). Mettere da un lato.

Tagliare a pezzi a fette il chorizo e sofriggere con un po’ d’olio.

Aggiungere le patate e mescolare. Schiantare le due uova (non frullati, integrali) sopra il chorizo e  le patate

Aggiungere sale a piacere. Mescolare tutto con una forchetta di legno.

Pizza di chorizo piccante:

Ingredienti: base della pizza, salsa di pomodoro, fette di pomodoro, chorizo piccante, paprica, mozzarella grattugiata, origano, olive nere.pizza de chorizo, tomate y olivas negras

Preparazione:

Stendere la pasta della pizza, cominciare a mettere il pomodoro sopra e si stendere con un cucchiaio.

Mettere il formaggio e sopra le fette di chorizo, circondato da olive nere e pomodoro. Per finire, cospargere con un po 'di paprika e origano.

Preriscaldate il forno a 180 ° e una volta pronto mettere la pizza da 10 a circa 15 minuti. Togliere dal forno.

 Servire come pizza intera o come tapas. 

Panino di chorizo iberico bellota (ghianda) 

bocadillo de chorizo iberico

Ingredienti: Pane, chorizo iberico bellota (ghinada), olio extra vergine di oliva, sale e pomodoro.

Preparazione: Aprire il pane a metà, tagliare il pomodoro a metà ed estendere il pomodoro sopra il pane. Aggiungere sale e olio e mettere le fette di chorizo iberico sopra. 

Migas (briciole) con chorizo:

Ingredienti: 1 kg di pane di campagna (2-3 giorni prima), 2 chorizos (dolce o piccante), 1 testa d'aglio, 1 bicchiere di olio extra vergine di oliva, acqua calda e sale.

Preparazione: Pane tagliato a fette molto sottili. In una pentola mettere l'acqua calda. Versare 1 manciata e mezzo di sale.

Mettere fette di pane in una ciotola. Bagnare con l’acqua e il sale. Coprite la ciotola con un panno umido e lasciare riposare almeno 2 ore.

In un'altra padella, aggiungere l'olio e quando è caldo, aggiungere l'aglio con la pelle (sbatterli prima di gettarli).

Tagliare il chorizo a pezzetti.

Togliere l'aglio e gettare il chorizo a fette. Poi, rimuovere il chorizo. Filtrare l'olio e versare in padella di nuovo. Aggiungere il pane e, molto importante, non fermare di muoverlo con cucchiaio di legno. Quando sia quasi pronto, aggiungere l’aglio, il chorizo e continuare a muovere. Alla fine, rimosso dal fuoco, si mantiene in movimento circa 10 minuti.

Maccheroni al forno con chorizo:

Ingredienti: 1 cucchiaio di cipolla tritata, 150 gr. Chorizo de León, 2 cucchiai di farina, 1 litro di latte, 500 gr. maccheroni, 2 cucchiai di burro, 1 cucchiaio di origano, 150 gr. mozzarella, 200 gr. pomodoro fritto.

Macarrones con chorizo

 

Preparazione: Sobbollire i maccheroni in abbondante acqua salata.

Soffriggere la cipolla a fuoco basso con un po' di olio d'oliva. Tagliare il chorizo a dadini. Aggiungere il chorizo e lasciare con la cipolla fino a doratura. Scolare l’olio che rimane. In un'altra ciotola, sciogliere il burro e aggiungere la farina. Fare un besciamella densa: a poco a poco aggiungere il latte, aggiungere sale e pepe a piacere.

Scolare la pasta (senza aggiunta di acqua) e mettere in padella dove il chorizo e la cipolla è, aggiungere i pomodori e riscaldare tutti insieme per circa 2 minuti. Muovere di tanto in tanto.

Mettere in una teglia da forno poco profondo. Aggiungere le besciamella sopra uniformemente. Aggiungere il formaggio. Aggiungere un pizzico di origano.

Rendere 175 gradi sul fondo del forno, quando il formaggio è dorato può essere rimosso.

Abbinamento del chorizo

 

Il chorizo come tapa o antipasto è ampiamente consumato in Spagna e sempre più in Europa. Le tapeos di questo salumi possono essere accompagnati da vini piuttosto forti e di gran corpo per abbinare bene con il gusto intenso e potente del chorizo.

chorizo de leon

Alcuni vini sono interessanti per accompagnare la tapa di chorizo e  potrebbe essere vini invecchiati Somontano, come Sers Temple 2007 o Rioja Reserva, come Viña Albina Reserva 2004.

 

Nei piatti dove il chorizo fa parte, sono consigliati vini forti. La eccezione, lo stufato di fagioli, dicono che il migliore è un buon sidro fresco, o un rosato fruttato.

Chorizo de Pamplona, con vino rosso, senza invecchiamento, preso con un po' di pane. Un buon vino per accompagnare sarebbe un giovane Sers Primer 2011.

E, infine, cosa c'è di meglio di una birra fredda per accompagnare un panino di chorizo?

 

Curiosità del chorizo

 

Il chorizo chorizo nello spazio

Nel suo primo volo spaziale nel 1998, l'astronauta Pedro Duque aveva nel suo bagaglio un chorizo di Leon. Mai un chorizo era arrivato così lontano. Non sappiamo se durante quel viaggio hanno mangiato il chorizo come tapas o con ceci, ma non tutti gli alimenti possono dire di aver viaggiato nello spazio.

Il mio cognome ha sapore di chorizo

Ci sono molti cognomi con nomi di chorizos, in particolare quella di Cantimpalo (Segovia), di superficie bianca, che a volte porta anche prosciutto; quello di Pamplona (Pamplonica), Potes (Cantabria), che porta pepe e timo, affumicato con quercia; o Candelario (Salamanca), carne di maiale iberico, come ad esempio Guijuelo e Jabugo e Estremadura.

Il "Bocata"(panino) di chorizo

Il "Bocata" di chorizo è stato il re dei recessi delle scuole negli anni Settanta e Ottanta in Spagna, insieme al panino con la mortadella con olive e il pane con il cioccolato.

bocadillo de chorizo iberico

È stato anche uno dei più popolari all’ora del pranzo, di qualche lavoratore che ha avuto la sua ora di pranzo.

Nel corso del tempo, sembra che il panino chorizo ha perso il favore e ciò che è peggio, ha lasciato il posto alla panetteria per la colazione e spuntini per i bambini.

Senza dubbio un buon panino di chorizo è molto più sano che qualsiasi prodotto industriale che hanno grassi saturi e produrre colesterolo.

Un buon panino con chorizo con buon pane e un po' d’olio d'oliva sono le cose più sane che si può mangiare per colazione. Ti invitiamo a recuperare la tradizione del "sandwich" di chorizo o prosciutto, per la vostra salute e piacere per il corpo!

Sei un "chorizo"

L'origine chiamare popolarmente chorizo a un ladro non ha nessun rapporto con il salumi ricco e gustoso che tutti conosciamo.

La ragione per cui questo termine è usato per descrivere, in modo dispregiativo, ai ladri proviene direttamente dal Caló, il linguaggio utilizzato dai rom e dove possiamo trovare un certo numero di parole per tutto relativi ai ladri e l'atto di rubare: Chori, choraró, choribar, chorar.

Nel corso del tempo, la divulgazione di queste parole sono stata trasformandote in 'chorizo' o 'choricear', come li conosciamo oggi.

Il chorizo più lungo del mondo, Record Guinness

Fare il chorizo più lungo del mondo è stato la sfida di molte persone nel corso degli anni, per raggiungere il record Guiness.

A gennaio 2010, Puertollano (Ciudad Real) a battuto il record, che era succeduto 1018,4m 800 m di lunghezza e 750 chili di carne.

Nell'aprile 2010, Toluca (Messico), ha superato il record di Puertollano e con un  chorizo di 1245,42m.

Ma nel marzo 2011, Santa Rosa de Cabal Risaralda (Colombia), ha stabilito il record Guiness  corrente Guinness con una lunghezza del chorizo di 1850m.

La casa Chorizo

La casa chorizo è una tipica casa di Buenos Aires e Rosario in Argentina, che alla fine si sviluppa in altre città. Consiste essenzialmente in un cortile latera sul quale vengono tutte le camere, che sono in linea e connessi. A causa di questa disposizione, questo tipo di casa è chiamata chorizo, e gli ambienti sono collegati uno dopo l'altro, come chorizo in una stringa.

L'origine della casa chorizo viene dai tempi romani, la casa romana, sede consistente in un cortile quadrato, e nel centro era la cisterna, e le stanze avevano una finestra che dava sul cortile. Una galleria forniva ombra e riparo dalla pioggia.

Il Chorizo Western

Per la storia del cinema, il western italiano sarà sempre ricordato con l'appellativo Spaghetti Western, ma Il Western esclusivamente o principalmente ispanico, e che molte persone ignorano, ha avuto anche il suo nome: Chorizo Western.

Inoltre, il termine corrisponde perfettamente alle caratteristiche specifiche dei occidentale spagnola: popolare, estremamente artigianale e produzione veloce.

Letteratura e chorizo

Scrittori e poeti fanno menzione delle virtù e dei benefici di chorizo in testi letterari.

Così, troviamo riferimenti a chorizo de Cantimpalos in una guida spagnola di ‘mangiare bene’ dal titolo 'Inventario di cucina classica di Spagna e delle sue regioni', documento di 1929 in cui parla di Segovia e i suoi chorizos <<de Cantimpalos y Bernuy>>, raggiungendo una grande reputazione.

Anche Camilo Jose Cela (Premio Nobel per la Letteratura 1989) fa un riferimento simile quando parla di "Cantimpalos, famosa per il corizo". Lo stesso autore dice nel 'Primo viaggio andaluz' (1959) che ha preso "un pane, un chorizo e un vino classico e robusto e raffinato, e come Dio, che è ovunque, il comando è: al pane, pane; al vino, vino e al chorizo, carne magra di maiale con il suo condimento di spezie e peperoncino. "

I 'duelos y quebrantos' sono un piatto tradizionale della cucina di La Mancha, i cui principali ingredienti sono uova strapazzate, salsiccia e pancetta di maiale, tutti preparati in padella. Si tratta di un piatto alto contenuto calorico, internazionalmente conosciuto per i riferimenti nel libro di Don Chisciotte di Miguel de Cervantes. Oggi è molto popolare in ristoranti nella regione di Castilla-La Mancha, dove solitamente è servito in una pentola di terracotta.

I cugini più vicini del chorizo

 

* EL BOTILLO:

El botillo è un’altro salumi singolare di Spagna, tipico della regione del Bierzo, León. Per fare ciò, il cieco del maiale è farcito con pezzi di circa 4 cm che provengono principalmente dalle costole e la coda, ma anche la lingua, le guance e della colonna vertebrale. In precedenza la carne era marinata con paprika, aglio, sale e origano. Poi viene affumicata,  risultante in una parte arrotondata tra 0,5 e 1,5 kg. Si mangia cotto con patate, ceci e cavoli.chorizo embutidos

* EL MORCÓN: Forma similare ha il morcón, ma fatto con carne magra ottenuto dal muscolo trapezio e la testa di lonza di maiale iberico, condito con paprika, sale e spezie. Quando è pronto per mangiare, è consumato per circa dieci settimane. È principalmente di Estremadura, Guijuelo y Jabugo.

* LAS MORCILLAS (sanguinacci): Tra i morcillas (sanguinacci), con ingredienti base il sangue e lardo, esistono molti varietà. La più conosciuta, quella di Burgos, un prodotto che ha un po più di due secoli, perché il riso non era un prodotto accessibile. Gli ingredienti, tra il riso, c’è anche cipolla, paprika, pepe nero, origano e sale. Questo prodotto ha un diametro di circa 6 cm e si mangia affettato fritto.

* BOTIFARRA: In Catalogna, il sangue di maiale è destinata per fare la “botifarra nere”, fatta di grassi animali e carne. Per tutta la costa mediterranea spagnola ci sono molti tipi di botifarra: bianca, con le uova, con dadi di lingua, fegato, tartufo, cipolla e pini e di altri. Sono insaccati in budello di diverso diametro.

* EL SALCHICHÓN: Il salchichón, in particolare quello di Vic (llonganissa),  è un salumi guarito in budelli dell'intestino crasso, circa 7 cm di diametro. Nel complesso contiene carne di maiale e altri animali come i bovini, cervi, cinghiali o asino. In Arles (Francia), è stato fatto con una miscela di asino, mucca e la pancetta tagliata a pezzetti. I salchichones portano il sale e pepe.

* LA SOBRASSADA: In Baleares si produce anche “la sobrasada”, un salami crudo semiguarito di un colore olio rossastro fatta per spalmare sul pane.

 

* Informazioni raccolte nella conoscenza del nostro team, e in fonti generali come wikipedia.