Conserve Ortiz, conserve selezionate di pesceortiz

              1. Conserve Ortiz, pesca sostenibile
              2. Il processo di elaborazione: la tradizione e l'artigianato 

                        -  La pesca

                        -  La salatura

                        -  Tagliare in filetti

              3. Da dove vengono le conserve?
              4. Benefici di mangiare in scatola Ortiz

              5. Prodotti Ortiz

              6. Ricette

 

1. Conserve Ortiz, pesca sostenibile

  

Ci sono una varietà di tecniche per la pesca del tonno, ma sulla costa cantabrica sono ancora utilizzando le stesse arti tradizionali di un tempo, per garantire la conservazione della specie.

Si usa la tecnica tradizionale di "esche vive (cebo vivo)" e "la cacea" per catturare il tonno bianco e "el cerco" è usato per l'acciuga.

Per la pesca, si usa ancora esche vivi per attirare in modo più efficace i pesci. La pratica di esche vive è un metodo comune di pesca e ampiamente utilizzati nel corso della storia dai pescatori della Cantabria.

 

 

2. Il processo di elaborazione: la tradizione e l'artigianato

 

- La pesca
Le acciughe si pescano nel periodo dell'anno in cui l'acciuga è nel punto perfetto: struttura costante, giusta dimensione e colore e sapore unico. Durante questo periodo le qualità organolettiche di acciuga sono ottimali.

 

- La salatura

Dopo il processo di eviscerazione, le acciughe sono collocati in separato dal sale e lasciati maturare in botte per almeno 6 mesi strati.

Il tempo di maturazione è molto importante per ottenere un aroma ottimo, sapore e la consistenza.

- Tagliare in filetti

Il passo successivo è tagliare in filetti a mano le acciughe accuratamente con un coltello. Il risultato, acciughe carnose e sapore intenso. Una prelibatezza, profumo intenso, consistenza carnosa e sapore caratteristico.

 

 

3. Da dove vengono le conserve?

 

Questo fatto molto curioso di cuocere il cibo e confezionarlo sottovuoto è stata idea di un francese, sotto Napoleone, che ha promesso un premio a chiunque voglia contribuire a preservare il cibo. Questo giovane chef francese Nicolas Appert, ha iniziato a sperimentare e osservare che gli alimenti cotti oltre 80 gradi senza essere esposti all'aria, è durato più a lungo senza rovinarsi.

La latta di banda stagnata è stato inventato da un inglese di nome Peter Durand.

In Spagna abbiamo conosciuto le conserve grazie a una nave francese, che affondò nella Costa da Morte. L'anno successivo ci fosse un conservificio in Galizia.

Le conserve di pesce sono un classico della nostra cucina. Ogni anno, uno spagnolo consuma più di 4 kg, particolarmente le cozze marinate e in salsa di pettine.

 

4. Benefici di mangiare in scatola Ortiz

 

Il tonno, sardine o sgombri sono alcuni pesci che contengono elevate quantità di Omega 3, acidi che sono parte di un gruppo di sostanze la cui assunzione è molto benefico per la salute.

Malattie cardiovascolari, alcuni tipi di cancro, malattie polmonari, pelle... sono quasi inesistenti nelle popolazioni in cui il consumo di queste sostanze nutrienti è alta.

Negli ultimi anni, a causa del breve periodo di tempo con cui noi, il consumo di pesce è diminuito. Attraverso scatola Ortiz avete la possibilità di mangiare in un veloce e molto sano.

 

5. Prodotti Ortiz

Acciughe Ortiz in olio di oliva

Anchoas de bonito ortiz

Tonno bianco Ortiz (filetti interi)

bonito del norte lomos enteros

Tonno bianco Ortiz in olio di oliva ecologico

 Bonito del norte Ortiz en aceite de oliva ecológico

Tonno bianco Ortiz in olio di oliva 250gr

Bonito con aceite ecológico

Tonno bianco in olio di oliva Ortiz 220gr

Bonito del norte

6. Ricette

 

Lasagne con concasse di pomodoro e Bonito del Norte

Lasaza de bonito

Ingredienti

– 60 g. di Bonito del Norte in Olio d’Oliva Reserva de Familia
– 70 g. di pomodoro maturo
– 30 g. di cipollotto
– Origano
– Sale
– Zucchero
– Aceto balsamico

Pelare il pomodoro, togliere i semi e tagliarlo a quadretti. Metterlo da parte. Tagliare il cipollotto a strisce e rosolarlo lentamente. Quando si è ammorbidito, unire il pomodoro tagliato e l’origano e portare a ebollizione. Se è un po’ acido, aggiungere sale e zucchero. A parte, tagliare a filetti il Bonito del Norte in olio e conservarlo. Preparare le lasagne stendendo uno strato di salsa di pomodoro, un altro di Bonito del Norte sott’olio, un altro strato di salsa di pomodoro e infine uno strato di Bonito del Norte sott’olio. Condire con una vinaigrette di aceto balsamico.

 

Insalata di acciughe e mozzarella

Ingredienti

Ensalada de anchoas

Per 2 persone:
– 50 g. di Acciughe in Olio d’Oliva Ortiz
– 2 pomodori da insalata
– 50 g. di mozzarella
– Olio extravergine d’oliva
– Sale
– Prezzemolo

Lavare e tagliare a rondelle il pomodoro maturo e la mozzarella. Collocare alternativamente le rondelle di pomodoro e mozzarella e collocare le Acciughe Ortiz sul pomodoro. Spolverare a piacere con prezzemolo tritato, un po’ di sale e un filo di olio extravergine d’oliva.

“Guacamole” con ventresca di Bonito del Norte

Guacamole con ventresca

Ingredienti

– 2 scatolette  di Ventresca di Bonito del Norte Ortiz
– 2 avocado maturi e tritati
– 2 pomodori spellati e tritati
– 2 cucchiai di erba cipollina tritata
– 1 cucchiaio di coriandolo fresco tritato
– chili verde tritato (oppure tabasco) a piacere
– 1 cucchiaio di succo di limone
– 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva
– sale e pepe bianco

Vinaigrette 
– 1 pomodoro spellato senza semi e tagliato a dadini
– 50 g. di olio extravergine d’oliva
– 3 cucchiai di erba cipollina tritata
– 1 cucchiaio di succo di limone
– sale e pepe bianco

 

Mescolare in una terrina gli avocado tritati con il pomodoro, la cipolla, il coriandolo, il chili verde, il succo di limone, l’olio d’oliva, il sale e il pepe bianco. Lasciar macerare il tutto fino a 10 minuti prima di servire. Nel frattempo, coprire con la pellicola per evitare che si ossidi. Quando ha riposato, formare con l’ausilio di un cucchiaio alcune “montagnole” di guacamole e disporle nel piatto. Collocare su ognuna un bel pezzo di Ventresca di Bonito del Nord Ortiz. Adornare con la vinaigrette intorno alla pietanza e con bastoncini di erba cipollina tritata.

 

 

Rosa di peperoni “Piquillo” e Acciughe in olio ecologico

Rosa de anchoas

Ingredienti

Per 2 persone:
– 2 peperoni “Piquillo”
– 1 scatoladi Acciughe in Olio d’Oliva Ecologico
– 1 spicchio d’aglio

 

Tagliare i peperoni e collocarli a forma di fiore. Arrotolare un’acciuga e metterla nel centro. Per fare lo stelo collocare l’erba cipollina e come foglie utilizzare dei pezzi di acciuga. Terminare spolverando con aglio e prezzemolo tritato.