Paco Lafuente, conserve di pesce e frutti di mare dalla costa cantabricaPaco Lafuente

  1.         Paco Lafuente, conserve del mare Cantabrico
  2.         Il marchio di distinzione nei prodotti Paco Lafuente
  3.         Prodotti Paco Lafuente
  4.         Da dove vengono le conserve Paco Lafuente
  5.         Recette    

 

1. Conservera Paco Lafuente, conserve dal mare Cantábrico

 

Questa è una fabbrica della Galizia sulle rive della foce Arosa, a Vilanova de Arousa, con oltre cento anni di ritardo, con la preparazione e inscatolamento di conserve di grande qualità e artigianale. L'azienda è stata fondata nel 1904 da Manuel e Francisco Lafuente. Senza l'utilizzo di additivi non necessari, produrre un prodotto e la cura tradizionale, con le migliori e più antiche tecniche, supportate da progressi tecnologici. Il tutto con la migliore materia prima esclusivamente dalla zona costiera senza utilizzare i fronzoli. Tradizione e naturalezza in modo che i prodotti non perdono il gusto di sempre.

2. Il marchio di distinzione nei prodotti Paco Lafuente

 

Ciò che distingue lo standard della conserva gourmet si basa sulla tradizione e il processo, soprattutto in la cottura.

Quando i pesci raggiungono le fabbriche, dopo la pulizia e l'eviscerazione, una cura ottimale nel processo di cottura è essenziale per le conserve gourmet. Solo vapore, che rimuove l'acqua e potenzia il sapore del pesce, poi ricoperto con una grande olio di oliva. Una tecnica eccellente seguita dai grandi marchi spagnoli selezionate di conserve.

Questo è il modo in cui Paco Lafuente ottiene una differenziazione da altre marche comuni con certezza assoluta.

 

3. Prodotti Paco Lafuente

Vongole al naturale Paco Lafuente

 Almejas al natural

Fasolari al naturale Paco Lafuente

Berberechos al natural

Cozze in salsa di pettine di mare

Polpo alla galiziana Paco Lafuente

polpo

Piccole sardine in olio di oliva Paco Lafuente

Sardinillas en aceite

Cozze sottaceti Paco Lafuente

Mejillones fritos en escabeche

4. Da dove vengono le conserve?

Questo fatto molto curioso di cuocere il cibo e confezionarlo sottovuoto è stata idea di un francese, sotto Napoleone, che ha promesso un premio a chiunque voglia contribuire a preservare il cibo. Questo giovane chef francese Nicolas Appert, ha iniziato a sperimentare e osservare che gli alimenti cotti oltre 80 gradi senza essere esposti all'aria, è durato più a lungo senza rovinarsi.

La latta di banda stagnata è stato inventato da un inglese di nome Peter Durand.

In Spagna abbiamo conosciuto le conserve grazie a una nave francese, che affondò nella Costa da Morte. L'anno successivo ci fosse un conservificio in Galizia.

Le conserve di pesce sono un classico della nostra cucina. Ogni anno, uno spagnolo consuma più di 4 kg, particolarmente le cozze marinate e in salsa di pettine.

5. Ricette

 

- Capesante con guacamole e pomodoro

Zamburiñas con guacamole y tomate

Ingredienti:

1 lattina di capesante in umido

1 avocado.

1 cipollotto.

1 pomodoro verde.

½ peperone verde.

1 dl di succo di lime.

4 pomodori cherrys

 

 

Separare il capesante e mettere da parte. Schiacciare l'avocado, cipolla, pomodoro, peperone verde, succo di lime, tutti molto bene, mettere il sale e tabasco e mettere da parte in freddo.

Aprire due pomodori con un cucchiaio per rimuovere i cuori. Mettere da parte. Disporre su un piatto un po 'di guacamole, insieme ad alcuni capesante, pomodori e insalata.

 

- Capesante su riso

Ingredienti:

200 g di riso selvatico.

Brodo vegetale.

1 spicchio d'aglio.

1 lattina di capesante. 

 

Soffriggere l'aglio, aggiungere il riso e imbevuto di brodo. Dopo di che mettere il sale e cuocere in base al tempo stabilito. Bagnare con più brodo se necessario. Separare i capesante del stufato, schiacciati nel frullatore con lo stufato con il capesante. Filtrare e mettere da parte.

In una padella antiaderente soffriggere il riso con un po 'di olio d'oliva, con cura per creare l'effetto di tostato paella. Mettere il capesante su un piatto con lo stufato e un po 'di riso e finire con alcuni capesante sopra. 

 

- Sardine con gazpacho (zuppa di pomodoro)

Sardinillas con gazpacho

Ingredienti:

1 scatola di sardine in olio d'oliva

Gazpacho (2 pomodori maturi, 1/2 cipolla, 1 spicchio d'aglio, pangrattato 25g, 1/4 cetriolo, cocomero 50 gr, acqua, sale, aceto di vino, pepe e olio di oliva delle sardine). Foglie di coriandolo fresco.

Scolate le sardine e mettere da parte l'olio e le sardine. Per il gazpacho, pulire e tagliare le verdure e l’anguria, mescolare il pane e coprire con acqua e lasciare in frigorifero per 12 ore. Il giorno dopo macinare e condire con sale, pepe, l’olio delle sardine e un po' di aceto. Sopra una ciotola mettere un po 'di gazpacho, poi mettere le sardine in modo originale, tagliare qualche coriandolo.

 

- Pane di sardine

Pan de sardinas

Ingredienti:

1 scatola di sardine in olio d'oliva

Pane

4 spicchi d'aglio

Paprica de la Vera

Scolate le sardine e mettere da parte l'olio e le sardine.

Sbriciolate il pane e secco in forno a bassa temperatura, circa 50 °. In una padella mettere un filo d'olio e friggere le sardine sopra questo aglio, aggiungere pangrattato secco e soffriggere. Mettere da parte

Arrostire in forno a circa 160 ° l’ aglio finché sono teneri.Sopra di un piatto mettere il pane sbriciolato, le sardine e un po' di paprika e lo spicchio d'aglio arrosto.